Ultimi interventi


Anno 2017


Archivio

L'ottimista.
04 novembre 2012

La mia prossima impresa teatrale è ambiziosa. Voltaire? Il Candido? Un'opera del '700? Ebbene sì, per me rileggere e reinterpretare questo racconto filosofico è massimo divertimento. Divertimento sia in senso letterale (vedrete che spasso! invito chiunque non conosca l'opera a leggerla... oppure a venirla a vedere a teatro nella mia interpretazione, fedele e personalissima allo stesso tempo) sia in senso etimologico (perchè con questo spettacolo, divergo dal mio usuale 'mondo comico', quasi totalmente abitato da monologhi e personaggi scritti da me medesimo). Nello spettacolo, un orto-giardino meta di un lungo viaggio, fra guerre, terremoti, amori, denaro, potere, figure emblematiche e paesaggi stravaganti...

Ah, dimenticavo, la foto che illustra il post è la base scelta per il manifesto: "Tutto va molto male, mio caro Cacambo, e non v'è per il saggio altro partito da prendere che di tagliarsi la gola più delicatamente che sia possibile...".

Ma non è così che finisce. Vi aspetto a teatro, da gennaio 2013


condividi su twitter condividi su facebook
I campi contrassegnati con * sono obbligatori.
Nome* :E-mail :
Commento* :