Ultimi interventi


Anno 2017


Archivio

Pronto Soccorso da paura!
20 ottobre 2013

Il dottor Mazza è il personaggio che sto interpretando in queste settimane a Colorado Cafè. E' un medico cinico e a tratti brutale, ma fortemente umoristico... non a caso la parola stessa 'umoristico' deriva dai liquidi organici che, secondo la medicina antica, regolavano l'emotività e il benessere dell'uomo. Il legame fra comicità e medicina dunque è stretto, si sposa perfettamente come 'il pane con la milza' (quella che Mazza asporta puntualmente ai pazienti per poi servirgliela per pranzo col purè), ma non facile da interpretare e raccontare, perchè si toccano tasti profondi e delicati dell'esistenza, la salute, le malattie, anche la morte. Io ho provato a farlo, dall'alto della mia esperienza di 'campione del mondo di visite ai pronto soccorsi in giro per l'Italia'... no, no, non sono ipocondriaco, solo molto attento ai malesseri e ai malanni e ai dolorini e ai sintomi e alle possibili cure e terapie, rimedi della nonna compresi, lettura meticolosa di tutti i bugiardini dei medicinali compresa. Nel dottor Mazza c'è anche una critica del sistema sanitario nazionale, delle sue carenze e della sua frequente disumanizzazione, è vero, ma soprattutto la voglia di creare un personaggio nero, inquietante, comunque, spero, destinato a farvi molto divertire.


condividi su twitter condividi su facebook
Daniele, 24.10.2013

Caro Manera, era tempo che non ci davi un nuovo spunto interessante di vera comicità. Io sono uno di quelli che non ha mai ben digerito "Battista", e non tanto per il discorso che fan molti di mettere in burletta certi imprenditori nordici (io SONO nordico in tutto e per tutto), ma perchè…semplicemente non mi faceva nè ridere nè, sopratutto, pensare. Col Dottor Mazza invece rivedo benissimo la situazione attuale di una certa Sanità, specie "Sudicia" (del Sud). Ho anche avuto modo, sulla pelle mia e di familiari, di vedere scene da "Alan Ford" ante litteram… di ospedali dove veramente per il posto si facevano giocate sulle ruote del lotto e dove veramente ti dovevi portar tutto da casa, financo le medicine e l'infermiere privato. Il Suo personaggio, in fondo in fondo, non è nè cattivo, tantomeno cinico…ma solo una persona che si adegua, che scende a compromessi. Ho un uovo? Faccio solo una frittatina…non posso fare un pranzo per 20 persone! Il Mazza non è nero…il Mazza potrei essere anche io che, in questi tempi di crisi durissima, dove nemmeno le spese ti riesci a pagare lavorando, devi far buon viso a cattivo gioco e dove tutto (o quasi) è concesso. Pur di sopravvivere. Oggi la mia compagna, infatti, mi fa "ma se continua così cosa mangeremo io e i tuoi figli?" E io, con una strana luce che mi balenava negli occhi, rispondo… "Ti piace la milza col purè?! Bravo Leonardo, Lei ha fatto centro stavolta. Non tutte le ciambelle riescono certo col buco…ma questa…ha il buco nel buco! Chapeaù!


maurizio, 23.10.2013

Immenso...bravo sopra tutti!!! Geniale come sempre come artisti del tuo calibro. Ahime! Avendo avuto a che fare spesso con ospedale e pronto soccorso la tua satira non e' molto lontana dalla verita' l'ultima volta per un ricovero con la prescrizione del dottore in un reparto non solo ho dovuto aspettare sette ore ( e' vero credimi dalle 9 del mattino alle 16.30) ma mi hanno messo anche nel reparto sbagliato fino alla fine in barella perche' non vi erano posti letto ed il medico con piu' esperienza aveva 21 anni..era uno specializzando che fsceva pratica..credimi e' vero sono uscito peggio di quando ero entratoo non ci hanno capito nulla e sono dovuto andatr a pagamento fuori... Un caridsimo saluto



I campi contrassegnati con * sono obbligatori.
Nome* :E-mail :
Commento* :